UFO: quello che il C.UFO.M. non dice

“Cronaca di una Marte abusata (ricche pareidolie e cotillòn)”
di
Tiziano Farinacci e Alessandro Novelli

9 Agosto 2015.
Da qualche tempo sappiamo che in tale data l’Associazione “Chiave di volta“, nell’intento bonario di creare eventi di cultura in quel della propria terra (tuscia), si è imbattuta nel C.UFO.M (Centro Ufologico Mediterraneo) per parlare di UFO.

Noi, “bazzicando” l’ambiente ufologico con costanza ed approccio onesto e scientifico e vivendo, qualcuno di noi, la zona con altrettanta costanza, ci preoccupiamo di informare dapprima gli organizzatori dell’errata scelta informativa/disinformativa in merito a tale tematica (senza alcun esito), per poi decidere di assistere a quella che confuteremo (senza troppi dubbi) come “rappresentazione” di teorie immaginifiche da tempo seriamente documentate come fantastiche, basate sul nulla pareidolico ed espresse/esternate dal C.UFO.M, autoproclamatosi gruppo preparato tecnicamente, ma che il tempo ed i fatti hanno sbugiardato puntualmente come recente avanguardia di Fuffologia da oratorio.
Riunitici in loco, non troppo distante dall’area archeologica di Sutri, tra cui Villa Savorelli (palcoscenico dell’evento), ci godiamo un prelibato pranzo (vista lago) in gustosa locanda, senza rinunciare ai feriali piaceri di stagione, tanto più se goduta in si tale splendida località.
Soltanto al giungere dell’orario indicato dagli organizzatori dell’e-vento (o aria fritta) ci “preoccupiamo” di raggiungere l’altrettanto incantevole suddetta Villa, senza rinunciare al respirare di ogni sua sfumatura fascinosa.
Inizialmente, il nostro essere parte integrante della decina di presenti alla meta, ci fa sospettare che l’inutile raduno sarà ingerito unicamente da organizzatori e relatori, ma in “zona cesarini” la sala si riempirà quasi completamente, se non completamente, rasentando le settanta unità (organizzatori, “relatori” e noi inclusi).
Una buona partecipazione dunque, meritata per il contesto, non demeritata per l’argomento presunto: UFO.

Peccato che a relazionare la platea accorsa, di li a poco, saranno l’avvocato Angelo Carannante e l’ingegnere Ennio Piccaluga.
Il primo relatore: caparbio aggregatore di frottole (a tematica misterica) proposte (con fanciullesca grammatica) come verità e/o potenziali verità INCREDIBILI, spogliate della consolidata verità-VERA.
Il secondo relatore: autore un decennio fa di un testo (“Ossimoro Marte“) che fece scalpore nell’ambiente ufologico per la sua demenzialità legata al voler riconoscere in pareidolie (a volte più che straforzate) strutture artificiali su Marte.

Ci siamo dapprima preoccupati di presentarci a Carannante in qualità di umani “sanamente” appassionati di Ufologia (quella vera). L’incontro ha visibilmente provocato nel suddetto una qualche forma (aliena?) di sudore freddo, riconoscibile nel suo guardarsi intorno con timore ingiustificato alla ricerca di qualcuno o qualcosa che potesse trascinarlo via da quel confronto breve ed estemporaneo, confronto che ha affrontato con le magiche parole: “Scettici. CICAP“.

Deve aver informato gli organizzatori dell’evento della presenza di potenziali “contestatori”, perchè ci è parso palese dagli sguardi a noi riservati da questi, nonché dalle parole del Carannante intento a mettere le mani avanti riguardo ad una presunta opera persecutoria di presunti rappresentanti di associazioni altre, invidiosi della loro notorietà televisiva e telematica.
In quell’iniziale incontro abbiamo chiesto se fosse possibile imbastire un contraddittorio, in modo da rendere l’evento più utile agli astanti intervenuti per l’occasione e ci è stato detto che ogni persona avrebbe potuto porgere una (e una soltanto) domanda ai relatori ottenendo una risposta scevra da qualsiasi controreplica.

Di li a poco ha avuto inizio il teatrino.
Vagonate di NON-CASI dati in pasto agli inconsapevoli presenti, trattati e approfonditi per 3″-5″ cadauno (dunque privi di qualunque approfondimento/indagine), il tutto senza alcuna categorizzazione. Da UFO-NON-UFO, a fotografie che immortalerebbero improbabili presenze temporalmente inspiegabili, a foto NASA pareidoliche (ma spesso anche prive della pareidolia stessa), a casi-non-casi Oopart spiegati da anni…
Di seguito, la verità-VERA in merito ad alcuni dei numerosi NON-CASI la cui inspiegabilità è stata “abbozzata” dal relatorame in precedenza presentatovi:

Il diritto concesso al pubblico di una domanda secca, soggetta ad impacchettata e prevedibile risposta inutile e divagante, non ci è parsa soddisfacente.
Troppe sarebbero state le domande da porre inerenti ai non-casi superficialmente esposti da costoro per poter accettare si tale limitante interazione, ma le numerose persone (non poche, seppur meno di quanto da loro enumerate in fase di resoconto ai propri utenti telematici) dovevano aver contezza di aver assistito ad una lezione di Fuffologia.
A dispetto di quanto gratuitamente espresso dal C.UFO.M in fase del già citato resoconto agli utenti telematici, le persone (tra cui un’insegnante di Storia dell’Arte di fronte al già esposto non-caso del David di Michelangelo) hanno dato in alcuni momenti l’impressione di “restare di marmo” (più che “di sasso”) ma non per i motivi immaginati dal mediterraneo centro ufologico, non sono mancate risatine e ghigni ironici (giustificati e comprensibili) al tentativo dei suddetti di collegare in maniera forzosa (è dir poco) cose totalmente scollegate fino alla noia, noia evidenziata dalla risposta corale (“Noooo“) del pubblico alla richiesta da parte di uno dei relatori di interrompere nuovamente l’evento per una breve pausa (l’ennesima).
Il desiderio generale era palpabile e chiaramente volto a terminare quanto prima quella parentesi visionaria.

Al termine del convegno abbiamo tentato di intervenire in maniera sobria, ma il chiedere di poter utilizzare il medesimo microfono “addotto” dai due “relatori” ha sortito un preoccupato diniego, interrotto esclusivamente dal nostro catturare l’attenzione del pubblico con l’elargizione di pochi concetti (di savonaroliana mimica) ma ben decisi ed inconfutabili:
TF: “Signore e Signori, ringraziamo l’Associazione Chiave di Volta per il tentativo di trattare l’argomento UFO, ma quanto si è detto oggi NON E’ CULTURA!
Oggi avete assistito ad una lezione di FUFFOLOGIA!
L’Ufologia è un’altra cosa ed è una cosa seria, esistono delle indagini in merito all’argomento UFO ma dal C.UFO.M apprenderete esclusivamente forzosa fantascienza!
I casi da loro esposti oggi hanno tutti una spiegazione!
“.

La contestazione ha visto l’inutile tentativo di interruzione da parte dell’Assessore (che si scusava con il pubblico intento all’ascolto di quanto da noi esternato) e la scontata reazione del Carannante che indicandoci ci presentava dicendo:
Signori, il CICAP“.
Scontata/comoda uscita da noi replicata con un…
TF:”Non siamo del CICAP, siamo appassionati di UFOLOGIA, quella vera!“.

Che dire, l’epilogo è stato più che soddisfacente, tanto più considerati i presupposti.
Diverse persone hanno voluto approfondire i concetti da noi espressi nel concitato finale, ma soprattutto il perchè di tale necessaria contestazione, ed anche successivamente numerose persone (presenti all’evento) ci hanno contattato per approfondire l’insensatezza dei non-casi proposti dal C.UFO.M (e qui, anche per voi, gratuitamente accessibili).
Naturalmente, il resoconto esposto dal C.UFO.M., oltre a gonfiare (immotivatamente) il numero dei partecipanti, oltre ad attribuire loro una reazione di estatico stupore (che hanno visto solo loro… pareidolia?) ha evitato di sottolineare la messa in atto di una contestazione, non all’Ufologia, ma al loro modo di sporcarla riempiendola (se mai ce ne fosse bisogno) di ulteriori falsità, quelle che da sempre non permettono alla tematica stessa di prendere le distanze dagli stessi scaffali (nelle librerie) che la radunano alla stregua della Magìa e dell’Esotersimo.

**********************************

Aggiornamento 9 Settembre 2015:
A distanza di un mese, all’interno di un NUOVO (non-caso) C.UFO.M su Napoli” , i biliosi/ignoranti cufomioti tentavano di sfogare il risentimento accumulato da un mese prima [ma con scarsi (inevitabilmente) risultati].
Di seguito la nostra replica, affidata ad un post a firma di Tiziano Farinacci (Italian Research), sul forum di Ufoonline: leggi
Il “Nuovo (non-caso) C.UFO.M. su Napoli” è stato poi (puntualmente) spiegato:
Ciambelle volanti? Slurp!” di Paolo Bertotti (PhotoBuster)
Il CUFOM e la Venere di Napoli: falso avvistamento UFO del 29 maggio 2015” di Scott Brando (UFO of Interest)) – Paolo Bertotti (PhotoBuster) – Alessandro Novelli (Italian Research) (ultimo agg: 16 Settembre 2015)
______________________________________

Fonti: attivissimo.blogspot.it, misterorisolto.wordpress.com, arpnet.it, ceifan.org, egittologia.net, ecn.org
Testi e immagini © IR
– Tutti i diritti riservati
(riproduzioni fotografiche degradate ed utilizzate a fini educativi – Art.10 Convenzione di Berna)