Valutatori del PC virtuale per l’Ufologia

AnsuItalia.it intervista Tiziano Farinacci (ItalianResearch.it)

Il pc virtuale dell’Ansu in via di sviluppo (basato su EyeOS) è stato fatto provare da diversi amici dell’Ansu dentro un account temporaneo, in cui i collaudatori hanno perfino prodotto e depositato file; ecco qui sotto i loro pareri.

Tiziano Farinacci è l’ideatore e webmaster del sito di Italian Research: http://www.italianresearch.it.
Impressioni sul pc virtuale dopo il test?
Le impressioni non possono che essere positive.

Puo’ essere utile un pc virtuale durante viaggi e trasferte dell’ufologia?
Assolutamente si, per viaggi e trasferte ma non solo.

Un iscritto ad un gruppo ufologico con pochi soldi, ma con saltuario accesso gratuito ad Internet, puo’ trarre beneficio da un sistema come il pc virtuale?
Penso che sia comunque una soluzione utile.

Diversi utenti che accedono nello stesso account di un pc virtuale potrebbero incasinarsi, oppure sarebbe un’utile condivisione di dati?
Chiaramente ritengo che un numero esiguo di utenti possa trarne giovamento. Se il numero di utenti dovesse essere elevato potrebbero crearsi delle difficoltà temporali nell’usufruirne.

La tecnica e l’esperienza dei pc virtuali conterrà anche innovazioni e metodologie fatte dal webmaster dell’Ansu, generando quindi una ricchezza per la comunita’ ufologica italiana.
Questa metodologia sarà condivisa gratis dall’Ansu, ma dovrebbe essere fornita a tutti indifferentemente oppure messa a disposizione privatamente dei soli gruppi amici?

Come sopra, penso che sia più costruttivo circoscrivere il servizio ad un numero non troppo elevato di persone.

La seria informazione Ufologica e il meglio dalla ricerca spaziale. Dal 2004