Identikit di un Ufologo

(2004) UfoItalia.net intervista:
Tiziano Farinacci (ItalianResearch.it & UfoFiles.it)

Crop Circles, un fenomeno di matrice aliena o umana?
E’ chiaramente difficile dare una risposta a questo quesito con assoluta certezza… indubbiamente negli ultimi anni il mistero dei Cerchi nel grano è stato intaccato nel suo fascino e nella sua inspiegabilità dall’azione artistica dei sempre più diffusi circle maker’s.

Quali elementi secondo te sarebbero la prova che il fenomeno dei cerchi nel grano è di origine extraterrestre o comunque non umana?
Le mutazioni subite in taluni casi dalle piante, il breve tempo in cui appaiono, la profondità della simbologia espressa.

Mentre quali altri elementi secondo te ne provano l’origine umana?
Credo che quando un Crop Circle presenti spighe spezzate e tracce di calpestio al suo interno, i pittogrammi si possano facilmente annoverare tra le opere d’arte degli artisti spesso “incappucciati”.

Ritieni valida l’ipotesti che il governo americano abbia ingaggiato i circlesmakers per coprire il fenomeno nella sua vera origine aliena?
Questa ipotesi non mi stupirebbe. Affatto. Credo decisamente che il governo americano abbia nell’insabbiamento un suo classico metodo di copertura di verità scomode.

Circlesmakers, chi sono e cosa pensi di loro?
Credo che i CircleMakers siano in tutto e per tutto “artisti”, che riescono a compiere vere e proprie opere d’arte di qualità direttamente proporzionale al tempo pratico di realizzazione.

BOL (Ball of light) secondo te sono veramente e direttamente legate alla formazione di strane formazioni nei campi di grano?
Sono una delle ipotesi più accreditate da chi ritiene che i Crop Circle siano opera di forma di vita intelligente non terrestre.
Ma io non posso affermare questo.

L’aumento dei controlli da parte di alcuni studiosi e appassionati (fra cui il celebre J.E. Beckjord) nonché delle autorità nei campi di grano inglesi secondo te è collegato alla diminuzione dei crop apparsi?
Indubbiamente si. La stessa azione dei circlemakers non può che aver subito una destabilizzazione da i controlli in questione, quindi un minor tempo di azione.

Il cerchio più bello, quello che reputi più alieno? e quello che ti affascina di più.
“Milk Hill” è sicuramente il più inquietante, per la sua grandezza, la sua complessità e di conseguenza per la sua difficoltà di creazione. Affascinante l'”Arecibo Replay”, l’idea di una effettiva risposta all’umano messaggio del 1974 sarebbe davvero entusiasmante.

Hai mai visitato un crop nel suo interno? Se sì, parlacene.
Ho potuto visitare il Cerchio nel grano delle “Tre fontane” a Roma del 2003… era stato da poco “tagliato”, si intravedevano ancora poche linee del disegno, mischiate al percorso del trattore… nessuna sensazione anomala…

Come ti reputi, scettico o credente?
Obiettivo. Credo esistano altre forme di vita nell’universo. Io non ho nessuna prova “indiscutibile” della loro presenza nei nostri cieli, ne abbiamo però riguardo alla loro presenza nello spazio.

La classica domanda ufologica, UFO cosa sono, chi li guida e da dove vengono?
Ho sempre trovato estremamente affidabili le documentazioni ottenute dalle missioni spaziali. Luce, di forma variabile. Energia che esula dalla composizione solida e dal dover avere un qualcuno che le diriga manualmente. Una concezione di vita probabilmente a noi incomprensibile.

Alieni: esistono? E se veramente esistono e ci vistano perché lo fanno?
Per lo stesso motivo per cui noi cerchiamo risposte su Marte… la necessità di cercare e di sapere quel che ancora non sappiamo… credo non sia soltanto insito nella natura umana, ma si possa trattare di una necessità universale.

I rapimenti alieni, un tuo commento.
Troppo spesso abbiamo a che fare con casi prettamente psichiatrici o dettati dal desiderio di notorietà… tuttavia continuare a studiare queste ipotesi non può che portare a percentualizzare la credibilità o meno del presunto fenomeno.

Come può la ricerca avvicinarsi alla verità sul fenomeno “abduction”!?
Credo che il l'”Operazione W” sia un buon inizio.

Area 51, Roswell e Cover Up. Realtà o fantascienza?
Entrambe le cose. L’Area 51 indubbiamente nasconde verità governative e militari, realtà oscure all’opinione pubblica, ma non necessariamente di matrice ufologia. Il Cover up in generale e sul caso Roswell nello specifico è altrettanto evidente, troppe incongruenze che proprio per la loro visibilità spingono nella direzione dei sospetti. La politica televisiva degli ascolti tuttavia, ha influito non poco nel condire argomentazioni ufologiche con saporite sfumature fantascientifiche, spesso decisamente gratuite.

Secondo te l’ufologia svelerà il mistero degli UFO e degli ET?
Credo che il mistero sia già in parte svelato. Penso seriamente che fin troppe informazioni siano accessibili unicamente a chi si muove all’interno dell’ambito governativo (americano). Tutto quel che ci arriva è estremamente filtrato e riadattato per non destabilizzare l’opinione pubblica.

Quali sono i dieci casi UFO che ritieni più significativi?
L’ufficialità dei filmati Nasa (le documentazioni assorbite durante le Missioni spaziali) sicuramente conferisce a tutte le luci pulsanti e che presentano una propulsione propria nello spazio circostante al nostro pianeta una validità innegabile. Per quel che riguarda riprese terrene di oggetti volanti nei nostri cieli credo il caso dell”Ufo del Belgio” e quello del “Messico” a tutt’oggi siano degni di considerazione ed analisi.

I libri ufologici che meritano un posto di rilievo nella tua personale biblioteca.
Nessuno in particolare.

Il tuo film preferito sugli UFO.
Sicuramente “Incontri ravvicinati del 3° tipo”.

Secondo te la divulgazione ufologica degli ultimi decenni ha ottenuto risultati importanti o ha danneggiato la ricerca seria?
Finchè ci sarà la politica del riscontro economico (che sembrerebbe inevitabile) difficilmente si farà una selezione ferrea sul materiale considerato “ufologicamente valido”. Questo porta chi cerca di informare gli utenti interessati a dar luce e spazio anche a documenti che si riveleranno ridicoli, questi casi confondono in maniera quasi decisiva le persone perché spostano la considerazione dell’ipotesi ufologica sulla farsa. L’uomo spesso è spinto già di per sé a non credere a ciò che lo spaventa, sommando a questo casi di bluff pacchiani il gioco è fatto.

I media sono stati utili alla causa della ricerca?
Raramente. Troppo spesso si ripropongono le stesse cose con gli stessi errori e la stessa conseguente disinformazione.

Hai mai avvistato un oggetto volante anomalo o comunque osservato un fenomeno di ardua spiegazione razionale?
No.

Marte: il tuo parere su una possibile vita aliena sul pianeta rosso odierna o passata.
Le foto inviate dalla recentissima Missione su Marte ci donano delle anomalie che non trascurerei, non mi riferisco a piramidi, sculture, ed altre varie ed eventuali. Curiose censure fotografiche che andrebbero approfondite. E poi la appurata esistenze di acqua, metano. che dire i presupposti sono buoni.

Sedna, si tratta del famoso Nibiru?
Assolutamente no.

Ora ti chiediamo un parere sul nostro sito www.ufoitalia.net
In questo momento, nel web, credo sia il più aggiornato. Propone tutte le notizie con sana obiettività e razionalità senza sparare sentenze gratuite e altisonanti unicamente per attirare l’attenzione. Consulto ufoitalia.net almeno una volta al giorno.

Un tuo messaggio da tramandare alle nuove generazioni, riguardo ai fenomeni di cui ci occupiamo.
Non è una fede. Non è una missione. E’ Passione nella verità.

La seria informazione Ufologica e il meglio dalla ricerca spaziale. Dal 2004